L’attivista transgender turca Diren Coşkun in sciopero della fame

Diren Coşkun is in Hunger Strike!

Diren Coşkun sta facendo uno sciopero della fame!

Transgender, vegan, anarchist, and LGBTI-rights activist Diren Coşkun is in Tekirdağ No.2 prison since August 2017, with the accusation of “propagating terrorist group activities”, which mostly refers to “supporting Kurdish struggle” in Turkey.

L’attivista turca per i diritti LGBTI Diren Coşkun, transgender vegana e anarchica, si trova nella prigione di Tekirdağ No.2 da Agosto 2017 con l’accusa di “propagare l’attività di gruppi terroristici” che in Turchia per lo più si riferisce al “supporto della lotta kurda”.

She is being held in a male prison, in severe isolation. She is constantly subjected to transphobic and violent actions by the psychiatrist, doctor, and other prison officers. After numerous demands to the prison authorities and several suicide attempts, she started a hunger strike as of January 25, to gain her right to hormone therapy and surgery, and to abolish the isolation.

Viene detenuta in una prigione maschile in rigido isolamento. È constantemente soggetta ad azioni violente e transfobiche da parte degli psichiatri, dei dottori e di altro personale carcerario. Dopo reiterate richieste alle autorità del carcere e vari tentativi di suicidio, Diren il 25 gennaio 2018 ha iniziato uno sciopero della fame per rivendicare il proprio diritto alla terapia ormonale e alla chirurgia e per l’abolizione dell’isolamento.

Kıvılcım Arat, an activist from Istanbul LGBTI Organization, also started a hunger strike as of 6 February, to support Diren and raise her voice.

SIM (Scuola di Italiano conMigranti of XM24) acknowledges that there is a severe political oppression in Turkey and any minority has to defend their basic rights of living and freedom of expression. We support our friends! We are hearing the voice of Diren and making it louder!

Anche Kıvılcım Arat, un’attivista di un’organizzazione LGBTI di Istambul, il 6 febbraio ha iniziato lo sciopero della fame per supportare Diren e far sentire la sua voce.

La SIM, Scuola di Italiano conMigranti di XM24, riconosce il peso della rigida oppressione politica turca e sostiene la lotta di ogni minoranza per la difesa del proprio diritto di vivere e della libertà di espressione.

Supportiamo i nostri amici! Facendo nostra la voce di Diren la faremo sentire più forte!

#DireneSesVer (give voice to Diren)

This entry was posted in General and tagged , , , . Bookmark the permalink.